10 MARZO 1918 - DIARIO DI GUERRA

10 MARZO 1918. Più gente del solito viene oggi in chiesa per le messe domenicali.
Arrivano le nuove truppe italiane e si sente cantare: ” se giri per le piazze - non trovi più teppisti.- li requisì Cadorna- per automobilisti.”. La canzoncina ha del sale e …” s’io dico il ver, l’effetto nol nasconde.”.

14 NOVEMBRE 1917 - DIARIO DI MARIO FIORE

Mercoledì – 14 novembre – ore 8. (da M. Berico – Vicenza)
Nessuna notizia ancora circa l’intenso bombardamento di ieri sera.
Ore 14.
Cielo sereno!
Pare si abbiano buone notizie dall’Altipiano di Asiago.

02 MAGGIO 1918 - DIARIO INVASIONE

2 MAGGIO. - Durante la notte è stato rubato nella dispensa degli ufficiali qui in convento due grossi salami, del lardo, ed in cucina una certa porzione di burro, per un valore complessivo di circa corone trecento. La porta delta dispensa non é stata forzata, ma l’operazione è stata compiuta dalla finestra prospiciente suill’ orto, con una stanga munita d’ una forcinella, che in compenso è stata lasciata sul luogo. Buon appetito.

* Dalla tipografia militare stabilitasi in casa di L. Baseggio, Viale della Madonna, è uscita una splendida carta topografica di Motta, della quale non mi riesce di averne un esemplare.